Il sito utilizza cookie per migliorare la navigazione e il sito stesso, per fini statistici e per condividere argomenti sui social network. Potrà sempre cambiare le proprie scelte nelle Impostazioni dei cookie presenti nell’Informativa Estesa
ACCETTO Maggiori Informazioni
Menu

Roberto Cacciapaglia

Roberto Cacciapaglia nasce a Milano. Si diploma in composizione presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” della sua città sotto la guida di Bruno Bettinelli, dove studia anche direzione d’orchestra e musica elettronica. In quegli anni lavora allo studio di Fonologia della Rai e collabora con il CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) di Pisa studiando le applicazioni del computer in campo musicale.
Compositore e pianista, è protagonista della scena musicale internazionale più innovativa per la sua musica che integra tradizione classica e sperimentazione elettronica. Da lungo tempo conduce una ricerca sui poteri del suono, nella direzione di una musica senza confini che si esprime attraverso un contatto emozionale profondo.

“ATLAS” – il suo ultimo lavoro discografico pubblicato il 25 novembre 2016 da Believe Digital – contiene 28 tracce: una bellissima collection di brani tra i più significativi della storia musicale del compositore, arricchita e resa unica da due straordinari brani inediti – “Reverse” e “Mirabilis” – e dall’omaggio al grande David Bowie compiuto attraverso una versione strumentale di “Starman”, Requiem in sua memoria.

“TREE OF LIFE” contiene la “Tree of Life Suite”, composta per il night show dell’Albero della Vita – EXPO 2015.
Pubblicato il 26 Maggio 2015 da Believe Digital entra subito al primo posto della classifica di musica classica su iTunes, dove rimane in prima posizione per vari mesi. E’ stata eseguita in concerto con l’Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala presso l’Open Air Theatre per la celebrazione di EXPO 2015.
“ALPHABET”, registrato in Sala Verdi del Conservatorio di Milano e pubblicato il 28 Gennaio 2014 da Decca Records – Universal Music, è presentato in concerto nella Sala delle 8 Colonne del “Palazzo Reale” di Milano. Resta al primo posto della classifica di musica classica di iTunes per diverse settimane.
Dal lungo sodalizio artistico intrapreso con la Royal Philharmonic Orchestra, prendono vita i suoi CD: “QUARTO TEMPO” (Universal Music – 2007); “CANONE DEGLI SPAZI” (Universal Music – 2009); “TEN DIRECTIONS” (Sony Music – 2010).

Il maestro riscuote grandi successi nelle sue esibizioni dal vivo, non solo in Italia. Ne è testimonianza il tour che intraprende in Russia, con tappe a Mosca – International House of Music, e a San Pietroburgo – Beloselskih- Belozerskih Palace, con un’accoglienza straordinaria da parte del pubblico russo. Seguono i concerti a Barcellona, Bratislava, Ankara Piano Festival e Istanbul, dove tiene anche alcuni seminari e workshop presso il Turkish Music State Conservatory.
Spesso ospite de “La Milanesiana” di Elisabetta Sgarbi, ha tenuto vari concerti tra cui quello con Derek Walcott, Premio Nobel per la Letteratura, e “Mente Radiosa”, scritto per la serata con Rita Levi Montalcini, Premio Nobel per la Medicina.

Nel 1986 è pubblicata da Ricordi l’opera in due atti “GENERAZIONI DEL CIELO”, rappresentata in prima assoluta al Teatro Metastasio di Prato e, in seguito, al Teatro Lingotto di Torino. Dello stesso anno è “LAMENTAZIONI DI GEREMIA” commissionata dal Festival Internazionale di Tel Aviv. Nel 1988 esegue inoltre, al Festival Aterforum di Ferrara, “In C” con Terry Riley, brano manifesto del minimalismo in musica, la cui registrazione è di recente pubblicazione in Russia insieme all’inedito “TRANSARMONICA” (1988). Di quegli anni sono “AUREA CARMINA” (1988), su commissione dell’Accademia di Santa Cecilia in Roma, “IL SEGRETO DELL’ALBA” (1989), balletto-pantomima commissionata dal Teatro Comunale di Bologna, “UN GIORNO X” (1990), opera video rappresentata al Conservatorio di Milano con la partecipazione di Gianna Nannini e l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali, e la fiaba musicale “LE MILLE E UNA NOTTE” (1991), rappresentata al Festival di Berlino “Berliner Festspiele” e successivamente al “Festival di Spoleto”.

Attraverso la sperimentazione a 360° realizza gli album “ANGELUS ROCK” (1992), “ARCANA” (2001), “TEMPUS FUGIT” (2003), “INCONTRI CON L’ANIMA” (2005).

“SONANZE” (1974), il suo primo disco e primo LP quadrifonico pubblicato in Italia, è prodotto da Rolf Ulrich Kaiser. L’editore della casa discografica tedesca “OHR” mette in contatto il maestro con gruppi musicali tedeschi come: POPOL VUH, coi quali si esibisce in concerto, TANGERINE DREAM e WALLENSTEIN, pubblicati dallo stesso editore. Dopo quattro anni realizza “SEI NOTE IN LOGICA” (1978), partitura per voci, orchestra e computer, che rappresenta una svolta e un’esplorazione della sfera minimalista.

Roberto Cacciapaglia ha presentato le proprie composizioni nei teatri più prestigiosi e per le istituzioni più famose sia in Italia che all’estero, fra gli altri: Teatro Comunale di Bologna, Conservatorio di Milano, Accademia di Santa Cecilia in Roma, Berliner Festspiele di Berlino, Festival Internazionale di Tel Aviv, Festival di Campinas in Brasile, Passatge de la Pau a Barcellona, Festival di Spoleto, Lingotto a Torino, Duomo di Milano, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, Auditorium Parco della Musica di Roma, Teatro degli Arcimboldi di Milano, World Event Abu Dhabi, Teatro Carignano di Torino, Maiden Tower di Baku in Azerbaijan, Teatro Bibiena di Mantova, Festival di Ravello, Teatro Morlacchi di Perugia, International House of Music – Mosca, Beloselskih- Belozerskih Palace – San Pietroburgo, Conservatorio di Istanbul, Palazzo Reale di Milano, Auditorium della Radio Nazionala Slovacca – Bratislava, Ankara Piano Festival, Teatro del Giglio di Lucca, Open Air Theatre – Expo Milano 2015 e molti altri.

Fondatore della Educational Music Academy. Accademia musicale che nasce con l’obiettivo di dare voce ai giovani talenti musicali, compositori e interpreti, pianisti e musicisti, affiancandoli per realizzare i loro progetti a livello professionale.